♠
clicca sull'immagine per la dimensione parallela

lunedì 28 novembre 2016

Ostrow, 9 novembre 1939



Ostrow (località non lontana da Varsavia), 9 novembre 1939. Durante un incendio di alcune case e mentre una dozzina di ebrei cerca di soffocare le fiamme,  viene messa in circolazione la voce che proprio gli ebrei avrebbero attizzato il fuoco. Funzionari del partito nazista e dell’amministrazione occupante arrestano tutti gli ebrei in maniera brutale e li rinchiudono nella cantina della fabbrica locale di birra, avvertendo nel frattempo il comandante del reggimento ‘Varsavia’. Questi invia a Ostrow una sezione del battaglione di polizia con il compito di emettere rapidamente una sentenza e di liquidare gli ebrei. Quando i poliziotti arrivano, scoprono che sono già state scavate le fosse; non resta che procedere all’esecuzione. Non viene neppure inscenata una parodia di processo. Le vittime sono 364, falciati sul ciglio delle fosse: 156 sono uomini, 208 donne e bambini.



da: viaariosto.wordpress.com

Nessun commento:

Posta un commento