♠
clicca sull'immagine per la dimensione parallela

giovedì 16 marzo 2017

"Gli occhi dell'odio"



In questa foto il ministro della propaganda Nazista Joseph Goebbels appare allegro e spensierato di fronte al fotografo Alfred Eisenstaedt. Siamo alla riunione della Lega delle Nazioni di Ginevra del Settembre del 1933. 



In un secondo tempo Alfred Eisenstaedt si avvicina di nuovo a Joseph Goebbels che nel frattempo è stato informato delle origini ebree del fotografo. La foto che ne scaturisce prenderà il nome: "Gli occhi dell'odio".

"Si potrebbe definire l'ebreo come un'incarnazione deviata del complesso d'inferiorità. Non lo si può colpire più profondamente che descrivendolo con la sua effettiva essenza. Chiamalo mascalzone, farabutto, mentitore, criminale, assassino e omicida. Tutto ciò lo toccherà appena, internamente. Guardalo calmo e severo per un breve tempo e digli: «tu sei proprio un giudeo!» e tu ti accorgerai con stupore come nello stesso istante egli diverrà insicuro, imbarazzato e consapevole della propria colpa. "

: :  Joseph Goebbels, Kampf um Berlin  : :


. . .




Nessun commento:

Posta un commento