♠
clicca sull'immagine per la dimensione parallela

mercoledì 2 agosto 2017

Fidel Castro incontra Yuri Gagarin



Fidel Castro abbraccia Yuri Gagarin, Cuba, 1961

Fidel Castro abbraccia il cosmonauta sovietico Yuri Gagarin durante le celebrazioni del 26 luglio a L'Avana. 

Il 26 luglio è commemorato come giorno dell'inizio del movimento per rovesciare il governo del dittatore Fulgencio Batista. Il 26 Luglio del 1953, infatti, un gruppo di 120 uomini assaltò la Caserma Moncada a Santiago di Cuba, l'attacco fallì disastrosamente e Castro fu condannato a quindici anni di prigione. Batista, nel tentativo di scoraggiare ulteriori rivolte, ebbe l'infelice idea di mostrare in televisione i cadaveri dei guerriglieri uccisi dall'esercito. Quelle immagini crudeli, più che terrorizzare i cubani, aumentarono ulteriormente l'impopolarità del regime. L'assalto fallì, ma fu celebrato in seguito come l'evento che segnò l'inizio della rivoluzione cubana che si concluderà nel gennaio del 1959 con l'arrivo di Fidel Castro a L'Avana e la fuga del dittatore e dei suoi amici americani.

Juri Gagarin è ospite d'onore e reduce dall'essere il primo uomo a volare nello spazio, avendo portato a termine con successo la propria missione il 12 aprile di quello stesso anno.



Nessun commento:

Posta un commento