♠
clicca sull'immagine per la dimensione parallela

venerdì 7 luglio 2017

Uccidono le loro vittime e vendono la carne: tre cannibali a processo



Siamo in Brasile, alla periferia di Garanhus, una cittadina rurale nel nord est del Paese. Jorge Beltrao Negromonte da Silveira è finito sotto processo insieme alla moglie Isabel Cristina Pires e all’amante Bruna Cristina Oliveira da Silva per aver ucciso e cucinato alcune ragazze.

Secondo la ricostruzione del Mirror, le ragazze entravano in casa dei tre attirate dalla promessa di un lavoro come baby sitter. Una volta cadute nella trappola, venivano uccise seguendo un complesso rituale di magia nera, al termine del quale l’uomo e le due donne mangiavano parte dei corpi delle ragazze. I resti venivano tritati e cucinati per farne empanadas di carne da vendere a bar e ristoranti nei dintorni.


Gli inquirenti hanno ritrovato sul retro della casa le prove schiaccianti della colpevolezza del trio degli orrori: i resti di due donne, alcuni vestiti strappati e un baule macchiato di sangue. In quella casa da incubo, gli agenti hanno ritrovato anche il diario di Negromonte, “Rivelazioni di uno schizofrenico”, in cui l’uomo descrive il rituale di purificazione a cui sottoponeva le sue vittime e che gli veniva imposto da immagini nella sua testa. Durante il processo, Negromonte ha negato di essere pazzo e ha manifestato pentimento per quello che ha definito un “momento di debolezza”.




da: today

Nessun commento:

Posta un commento