♠
clicca sull'immagine per la dimensione parallela

mercoledì 26 luglio 2017

Russia: uccide l'amica, la cuoce e la mangia di fronte al figlio di 7 anni



Un terribile episodio di cannibalismo si registrò nella cittadina di Irkutsk, nella Russia siberiana centrale. 

Protagonista è la 27enne Olesya Mostovschikova: dopo una violenta lite con un’amica, la donna l’ha uccisa a colpi d’accetta davanti al figlio di 7 anni, come ha dichiarato la stessa Mostovschikova, “ho preso l’accetta e l’ho colpita numerose volte alla testa“. 

“Poi le ho tagliato le orecchie, le ho cavato un occhio, strappato via un braccio ed una mano: ho preso l’occhio, la mano ed il braccio e li ho cucinati nel forno di casa“. 

Nel fare tutto ha costretto la sua amica Julia ad aiutarla, “se non collabori ti uccido e cucino anche te“, ed insieme hanno nascosto il resto del corpo della 32enne Tatiana Romanchuk in cantina. 
“Abbiamo affettato qualche altro pezzo di carne, poi l’abbiamo fritto ed infine mangiato“. Il giorno dopo hanno ripreso il corpo della vittima, hanno gettato le gambe nella spazzatura ed il resto seppellito in giardino. 

Ed è stata proprio quest’azione a far scattare l’allarme: alcuni vicini hanno fatto la macabra scoperta ed hanno allertato le autorità che in poco tempo hanno identificato la cannibale e l’hanno sbattuta in carcere. 

Suo figlio, che ha assistito a gran parte delle brutali azioni della donna, è stato ospitato in un centro di riabilitazione poco lontano da Irkutsk, mentre la signora Julia è stata considerata soltanto una testimone e non una complice.



Nessun commento:

Posta un commento