♠
clicca sull'immagine per la dimensione parallela

giovedì 10 novembre 2016

La spia ride in faccia alla morte



Una spia sovietica affronta sorridente il suo carnefice, Finlandia, 1942

Durante la seconda guerra mondiale, la Finlandia era alleata con la Germania nazista, perché voleva tornare in possesso dei territori che aveva perso durante la “guerra d’inverno” contro l’Unione Sovietica, nel 1939-40. Chiamati “desants”, le spie e i sabotatori sovietici che venivano paracadutati in Finlandia, rischiavano l’esecuzione immediata se catturati. Tra il 1941 e il 1944, 1428 spie sovietiche operarono in Finlandia, 588 furono catturate, e 161 furono uccise in combattimento o perché scoperte. La spia senza nome ride in faccia al suo giustiziere, o forse alla morte.



Nessun commento:

Posta un commento